Uno scarabeo egizio in terra etrusca!

Nuova luce sui rapporti fra la popolazione italica e il Mediterraneo orientale dopo il ritrovamento di un sigillo egizio a scarabeo nella necropoli dell'Osteria, nel parco di Vulci. La soprintendente ai Beni archeologici del Lazio: "Si aprono nuovi orizzonti di ricerca".

Leggi tutto

Antico Egitto, la dura vita della gente di Amarna

Le analisi condotte sugli scheletri della gente comune rivelano che la capitale edificata da Akhenaton, il faraone eretico, era tutt'altro che un paradiso per i suoi abitanti
di Tracy Watson - National Geographic

I rilievi scolpiti sulle mura della città egiziana di Amarna [vedi Tell el-Amarna] descrivono un’oasi di abbondanza: buoi all’ingrasso, magazzini pieni di grano e pesce, musicisti che suonano per il banchetto del faraone.

Leggi tutto

14 statue di Sekhmet

Una squadra di archeologi tedeschi ha scoperto in Egitto, a Luxor, un gruppo di 14 grandi statue raffiguranti Sekhmet , dea egizia guerriera e guaritrice, con il volto da leonessa. Si tratta di una scoperta molto importante per gli storici e per gli archeologi, in quanto conferma la leggenda di un gruppo di sculture realizzate per Amenofi III, faraone della 18esima dinastia, che si ammalo' gravemente e, omaggiando la dea con le sue raffigurazioni, sperava di ottenere da lei la guarigione.

Leggi tutto

Luxor: scoperta piramide di un visir

Un team di archeologi belgi ha rinvenuto i resti della tomba nei pressi di quella di Ramsete II. Si chiamava Khay e fu per quindici anni il primo ministro di Ramsete II, tra il 1279 e il 1213 a.C. Gli egittologi lo conoscono bene perché è citato in molti antichi documenti e il Museo del Cairo conserva due statue a lui dedicate.

Leggi tutto

Addio ai gemelli egittologi

Parigi, 22 feb. - Inseparabili veramente, Andre' ed Etienne Bernard, i gemelli francesi piu' celebri dell'archeologia internazionale del secondo Novecento, sono morti a Parigi, a distanza di qualche ora l'uno dall'altro, all'eta' di 89 anni.

Leggi tutto

Scoperto in Egitto il tempio dedicato a Sobek il dio coccodrillo

I ricercatori dell’Università di Siena fanno un’eccezionale scoperta su Sobek il dio coccodrillo.
Quasi cento papiri, testi scritti su cocci (ostraka) e statue di faraoni e sacerdoti di eccezionale interesse artistico e storico sono venuti alla luce a Dionysias, in Egitto, a 100 chilometri a sud del Cairo.

Leggi tutto