Miti e divinità egizie

IMHOTEP L'architetto divinizzato

HOTEP - ARCHITETTO e consigliere di re Zoser [Djoser (Zoser)] della II dinastia. Costruì a Sakkara la prima piramide quella a gradini, per successive sovrapposizioni di ma.staba, le tombe trapezoidali a forma di pan. Ca. La sua reputazione di saggio era già ampia mente diffusa nel Medio Impero ed aumenti progressivamente, sfociando nella sua divinizzazione in epoca saitica.

Gli venne anche attribuita una genealogia divina: sarebbe stato figlio di Ptah e di una donna chiamata Khrotionekh. Secondo Manetone [Manetone: lo storico egizio] «per la sua scienza medica considerato come Esculapio; è lui che ha scoperto il sistema di tagliare la pietra per la costruzione dei monumenti eccellendo anche nelle lettere».

Le sue qualità mediche fanno parte solamente della tradizione tarda e il suo santuario principale, detto Asklepion dai greci, sorgeva nei pressi di Sakkara, la necropoli menfita ove presumibilmente doveva trovarsi la sua tomba tuttora non scoperta.

Tags: religione egizia