monumenti Gli antichi egizi furono un popolo di grandissimi costruttori. In cima alle preoccupazioni di ognuno dei faraoni che si sono succeduti nei tre millenni della storia egizia c'è sempre stata quella di lasciare dei monumenti, degli obelischi, dei templi, delle sepolture che lo ricordassero ai posteri e lo rendessero immortale. A distanza di millenni, possiamo dire che in qualche maniera sono riusciti nel loro intento.

Origine, apogeo e declino della Valle dei re

La Valle dei Re
Leggi tutto: Origine, apogeo e declino della Valle dei re
La storia della Valle si intreccia con quella del Nuovo Regno, che comprende tre dinastie, la XVIII, la XIX e la XX, ossia il periodo che va circa dal 1552 al 1069 a.C. La nascita di questo Nuovo Regno, durante il quale l'Egitto appare come il centro della civiltà e della saggezza, è la conseguenza di circostanze drammatiche. Intorno al 2050 a.C., Tebe diventa una città importante; pur esistendo già a oriente il sito Karnak, i defunti sono sepolti sulla riva occidentale. I sovrani della XI dinastia fanno scavare le loro tombe nella montagna d'Occidente, sebbene la capitale si trovi nel Medio Egitto, dove vengono ancora innalzate delle piccole piramidi.

Leggi tutto

La sfinge di Cheope

Sembra finalmente risolto il mistero della grande Sfinge a guardia dell’area cimiteriale e sacra a Giza. Uno studio assai accurato dell’egittologo Vassil Dobrev (Institut Français d’Archéologie Orientale del Cairo) conferma con ragionevole certezza quanto alcuni studiosi avevano già intuito ed espresso senza grande considerazione da parte del milieu scientifico: fu Cheope (Khufu), sovrano che regnò dal 2551 a. C. al 2528 a. C. e massimo costruttore dell’Antico Regno, a far erigere il monumento dal corpo di leone e dal volto umano.

Leggi tutto