Controllo delle armi atomiche israeliane

L'Egitto chiede di porre sotto sorveglianza internazionale le attività nucleari israeliane.
New York, 23 settembre - Il capo della diplomazia egiziana Ahmed Aboul Gheit ha scritto una lettera ai 15 membri del Consiglio di sicurezza, sollecitando di porre sotto controllo internazionale le attività nucleari israeliane (Israele elude i controlli non avendo nemmeno siglato il Trattato di non proliferazione nucleare).

Si stima che lo stato ebraico detenga oltre 200 testate nucleari, e missili a lunga gittata in grado di trasportare gli ordigni atomici e di raggiungere tutte le capitali arabe ed europee.

L'Egitto chiede inoltre di stabilire un termine per arrivare a un Medio Oriente privo di armamenti nucleari.

Tra l'altro, nel suo discorso odierno davanti all'Assemblea generale dell'Onu Barack Obama ha indicato in un mondo privo di armi nucleari una delle priorità della sua amministrazione. L'arsenale nucleare israeliano sarà un ottimo test riguardo la sincerità della volontà di Obama.