Hosni Mubarak

Mub?rak è nato il 4 maggio 1928 a Kafr el-Musilha, nel governatorato egiziano di al-Man?fiyya. Dopo aver completato le scuole superiori, entrò nell'Accademia Militare Egiziana, dove ricevette il diploma in Scienze Militari nel 1949. Nel 1950 entrò nell'Accademia Aeronautica conseguendo al un Diploma in Scienze Aeronautiche e fu assegnato agli Squadroni Bombardieri. Parte del suo addestramento da pilota che egli completò fu da lui ricevuto nella Scuola sovietica di Addestramento Piloti di Frunze (attualmente Bishkek), nella Repubblica Sovietica del Kyrgyzstan.

Nella sua progressione militare di comando fu dapprima pilota, quindi istruttore, comandante di Squadrone Aereo e comandante di Base Aeronautica. Nel 1964 fu nominato capo della Delegazione Militare Egiziana in URSS.

Hosni Mubarak

Hosni Mubarak - Muhammad Hosni detto Mubarak
Nato il: 4 maggio 1928
Luogo di nascita: Kafr-al Musailha, Al-Menoufiyah, Egitto
Occupazione: Capo di stato dell'Egitto dal 1981
Moglie: Suzanne Thabet da cui ha avuto due figli: Alaa e Gamal
Formazione univerisitaria: BA Military Sciences, Egyptian Military Academy (1948) - BA Aviation Sciences, Egyptian Air Force Academy
Sito ufficiale: http://www.presidency.gov.eg/

Negli anni 1967-1972, durante la Guerra d'Attrito fra Egitto e Israele, voluta da Jam?l ‘Abd al-N?sir, Mub?rak fu nominato Direttore dell'Accademia Aeronautica e Capo di Stato Maggiore delle Forze Aeree Egiziane. Nel 1972 divenne Comandante delle Forze Aeree Egiziane e vice-Ministro della Guerra. Nell'ottobre 1973, in seguito alla "Guerra d'Ottobre", conosciuta anche come guerra del Kippur o guerra del Ramadan, Mub?rak fu promosso al rango di Maresciallo dell'Aria. Nell'aprile 1975 fu nominato Vice-Presidente dell'Egitto e, nel 1978, fu scelto come Vice-Presidente del Partito Nazionale Democratico (NDP).
A seguito dell'assassinio del Presidente Anwar al-S?d?t da parte di fondamentalisti nel 1981, Mub?rak diventò Presidente della Repubblica Araba d'Egitto e Presidente del Partito Democratico Nazionale (NDP). Mub?rak è sfuggito a non meno di sei tentativi di omicidio. Hosni Mub?rak è sposato con Suzanne Mub?rak e ha due figli: ‘Al?’ e Jam?l Mub?rak.

Il Presidente Mub?rak è stato rieletto a grande maggioranza dei voti nei referendum elettorali per quattro volte: nel 1987, 1993, 1999 e 2005. I risultati di queste elezioni sono stati criticati dagli osservatori occidentali per le modalità in cui esse si sono svolte. Nessuno infatti ha partecipato in concorrenza col Presidente a causa delle restrizioni costituzionali adottate in un Paese in cui l'Assemblea del Popolo ( Majlis al-Sha‘b ), ossia il Parlamento monocamerale egiziano, gioca un ruolo assolutamente determinante nell'eleggere il Presidente della Repubblica. Tuttavia, nel febbraio 2005, Mub?rak promulgò un emendamento costituzionale che permetteva ad altri partiti politici di concorrere alle elezioni contro il Presidente uscente. Come però era chiaro a tutti gli osservatori neutrali, Mub?rak fu rieletto per la quarta volta. A seguito delle crescenti pressioni interne e internazionali, per l'avvio di riforme democratiche in Egitto, il 26 febbraio 2005 Mub?rak chiese alla stampa a lui asservita e al Parlamento che egli teneva sotto stretto controllo che si emendasse la Costituzione per permettere un'elezione multi-partitica per il settembre successivo. Prima, però, Mub?rak si garantì la propria posizione con la nomina ottenuta dal Parlamento, poi sanzionata senza opposizioni in un referendum. Il ballottaggio del settembre 2005 fu peraltro un'elezione con vari candidati più che un referendum vero e proprio, ma le istituzioni elettorali e l'apparato di controllo rimase sotto il controllo presidenziale. Gli strumenti di comunicazione di massa ufficiali, inclusi i tre quotidiani governativi e la televisione di Stato si espressero nell'identico modo a favore della linea politica descritta da Mub?rak. In anni recenti tuttavia si è verificato un lento ma progressivo rafforzamento degli organi di comunicazione "liberi" ed è accaduto che giornali indipendenti abbiano criticato talora il Presidente e la sua famiglia, essendo ben nota la propensione di Mub?rak a che suo figlio Jam?l possa a suo tempo succedergli. Il 28 luglio, Mub?rak annunciò la sua candidatura, come ampiamente atteso da tutti. Per l'elezione prevista per il 7 settembre ci fu il consueto dispiegamento di mezzi statali per appoggiare la candidatura presidenziale. Osservatori neutrali hanno sottolineato inoltre come fossero migliaia i voti falsificati a favore di Mub?rak, espressi da elettori che non si erano precedentemente registrati e che non avrebbero quindi potuto recarsi ai seggi. L'8 settembre il dott. Ayman Nur, il candidato del partito al-Ghad (Domani), contestò i risultati elettoriali e chiese la ripetizione delle elezioni. Il 9 settembre il Comitato Elettorale Egiziano, formato da numerosi giudici indipendenti rigettò la domanda di Ayman Nur che fu poco dopo arrestato.

Un sondaggio organizzato dal Pew Research Center ha indicato che una stragrande maggioranza di Egiziani esprime fiducia nella leadership di Mub?rak, con circa l' 86% degli intervistati compresi nella fascia di coloro che hanno indicato di avere "molta fiducia" o "abbastanza fiducia" nella leadership di Mub?rak.

L'Egitto è stato l'unico paese nella storia della Lega Araba a essere sospeso a causa della politica del Presidente al-S?d?t che firmò un Trattato di pace con Israele e che però fu riammesso nella Lega - otto anni dopo l'assassinio di S?d?t (6 ottobre 1981) - nel 1989, sotto la Presidenza Mub?rak. La sede principale della Lega è stata ricollocata nel medesimo complesso di edifici al Cairo. [2] Tuttavia Mub?rak cominciò a perdere sostegni a metà degli anni '90. La crisi economica dei primi degli anni '90 fu imponente. Secondo l' Indice che valuta l'attenzione garantita ai Diritti Umani, l'Egitto occupa il 119° posto su 177 nazioni e viene valutato con un indice di 0,659 su 1.

Prima che Mub?rak assumesse la Presidenza, il precedente Presidente egiziano Anwar al-S?d?t aveva ordinato a Papa Shenuda, il capo della Chiesa Ortodossa Copta di ritirarsi in esilio nel Monastero di S. Bishoi. In aggiunta, otto vescovi, 24 sacerdoti e molti altri eminenti personalità copte furono posti agli arresti. S?d?t rimpiazzò la gerarchia ecclesiastica con un Comitato di 5 vescovi e si riferì a Papa Shenuda come all'"ex-papa." Più di tre anni dopo l'assassinio di S?d?t nel 1981 e la salita al potere di Mub?rak, il Presidente richiamò dall'esilio Papa Shenuda III d'Alessandria, il 2 gennaio 1985. Questi tornò al Cairo per celebrare la festività natalizia del 7 gennaio (secondo il calendario copto) e la folla che lo accolse fu valutata in più di 10.000 persone. I cristiani hanno goduto di diritti umani e religiosi relativamente migliori sotto Mub?rak, con la loro festività del 7 gennaio riconociuta come festività nazionale nel 2002.