Miti e divinità egizie

HEKET - Divinità Egizie

HEKET: la dea rana, patrona delle nascite. Ebbe culto locale nel xvi nomo dell’Alto Egitto. Fu considerata figlia di Ra e sposa di Khnum ad Antinoè. Entrò a far parte anche della Enneade osiriaca, e si ritenne che simboleggiasse il principio germinale, la fertilità.

Viene raffigurata sia come una donna con testa di rana, che dall’animale stesso. In quest’ultimo caso venne riprodotta sovente su strumenti magici, quali i crotali in avorio del Medio e del Nuovo Impero, oltre che su stele.

HEH: divinità astratta simboleggiante l’eternità. È raffigurata come un uomo assiso tenente in mano il simbolo dei milioni di anni.

HEH: una delle otto divinità che si riteneva tenessero sollevato il cielo. D’aspetto antropomorfo, in posizione assisa e con le braccia sollevate.

HEKA: divinita astratta simboleggiante la magia. Hekau sono gli incantesimi.

HELIOS: vedi RA.

HENKHISESUI: vento dell’est antropomorfo o in forma di scarabeo alato, ma in ogni caso criocefalo (cioè a capo di ariete).