La Storia dell'Antico Egitto

La civiltà dell'Antico Egitto copre un arco di tempo di oltre 3.500 anni, un periodo di gran lunga superiore a quello di tutte le altre civiltà. Per dare un'idea della durata della civiltà egizia, basti pensare che Namer e Cleopatra sono separati da un lasso di tempo (3200 anni) superiore a quello che intercorre tra noi e l'ultima famosa regina.

Leggi tutto

La nuova fede: Aton

La rivoluzione religiosa di Akhenaton: Testo tratto dal libro di Alan Gardiner: la civiltà egizia (pagine 206-210).
[...] Non vi è dubbio che Akenaton si considerasse l'apostolo di una nuova fede, e nelle tombe, varie epigrafi testimoniano dello zelo con cui era ascoltata la sua dottrina. Eccone un tipico esempio: "Quanto è fortunato colui che ascolta la Dottrina della Vita, e si sazia della tua contemplazione, e i suoi occhi guardano ogni giorno l'Aton…"

Leggi tutto

La Paletta di Narmer

di Francesca Jourdan
Intorno al 3000 a.c., l'Egitto emerge dal crepuscolo della preistoria come un paese unito sotto il regno di un unico re divino. Prima di questo, si suppone che il paese fosse diviso in due parti geografiche: l'alto Egitto (ovvero il Sud) ed il basso Egitto (Nord). Secondo un'antica leggenda egiziana, Menes, re dell'alto Egitto, fu il primo ad unificare queste due terre. Da quel momento in poi, i re egiziani poterono regnare sia sull'alto che sul basso Egitto, dando al paese il nome di "Due Terre," nel quale si riflettevano i due volti del paese.

Leggi tutto

Alla corte di Cheope

Storie favolose alla corte del re Cheope e la magica nascita dei tre figli del re
Alla corte di re Cheope [Cheope (Khufu)] i principi intrattengono il loro padre raccontando storie affascinanti. Del racconto del tempo del re Djoser sono rimaste solo le ultime frasi: quelle del sacrificio alla memoria dell'avo. E così che il principe Chephren inizia il suo racconto. Leggiamo:

Leggi tutto

Egittologia antica e moderna

Tratto dal libro di Alan Gardiner - La civiltà egizia - Einaudi

In questo capitolo Alan Gardiner fa una breve storia dell'egittologia, e illustra le origini del pregiudizio sull'antica e misteriosa sapienza egizia tuttora coltivato da molti appassionati e sedicenti studiosi.

I primi a descrivere con abbondanza di particolari l'Egitto e i suoi abitanti ai propri conterranei furono due scrittori greci originari di città ioniche della costa occidentale dell'Asia Minore, dove, nel secolo VI a.C., viveva il popolo più avido di conoscenze di quanti mai fossero apparsi fino allora sulla terra. Ragioni precise fecero inoltre si che la loro curiosità si rivolgesse in particolare all'Egitto.

Leggi tutto